fbpx
giovedì , Novembre 26 2020

Come scegliere l’apertura migliore per le porte di casa

La fruizione degli spazi all’interno di una casa dipende anche dalle caratteristiche delle porte e dal modo in cui si aprono. Si immagini, per esempio, di avere a che fare con un ambiente dalla superficie limitata: in questo caso è di fondamentale importanza ridurre il più possibile gli ingombri, e a tale scopo si può ricorrere a una porta scorrevole.

La scelta del marchio giusto

Prima di prendere in esame le varie tipologie di apertura delle porte, conviene porre l’accento sulla necessità di scegliere i marchi migliori del settore. Un esempio è quello offerto da Assa Abloy, i cui prodotti possono essere scoperti grazie al sito Casadellaferramenta.it: si tratta di un brand scandinavo conosciuto in tutto il mondo per la produzione e la vendita di soluzioni di apertura delle porte che si fanno apprezzare per la semplicità di utilizzo e il loro design all’avanguardia.

Le porte a battente

Le porte a battente sono quelle più comuni, quelle che vengono usate più di frequente: comode in quasi tutte le situazioni, garantiscono il massimo della praticità anche perché sono semplici da aprire. Meno costose rispetto a porte di altro genere, le porte a battente si aprono ruotando sull’asse delle cerniere. In sostanza l’anta viene fissata al vano del muro proprio attraverso le cerniere, che non è detto siano sempre visibili: nel caso in cui si desideri optare per profili più moderni ed essenziali, infatti, le cerniere possono anche essere a scomparsa. Non ci si può dimenticare, poi, delle porte a battente della tipologia filo muro, pensate per mimetizzarsi con le pareti e adatte soprattutto negli ambienti moderni: sono complanari alla parete e non prevedono cornici.

Le porte scorrevoli interne

Nel caso di una porta scorrevole interna si ha a che fare con un sistema di apertura a scorrimento. La loro installazione presuppone un intervento edile di modesta entità, ma si tratta di un piccolo sacrificio che vale la pena di compiere se si tiene conto dei molteplici vantaggi che ne derivano: in primis il risparmio di spazio, ma anche la possibilità di sfruttare nel modo che si ritiene più opportuno le pareti che accolgono la porta che scorre. Note anche con il nome di porte a scomparsa, esse prevedono la presenza di un controtelaio scatolare all’interno del muro: è qui dentro che l’anta sparisce totalmente nel momento in cui viene aperta. In sostanza lo spessore della parete finisce per circondare la porta, per un risultato salvaspazio, come si accennava in precedenza. Ovviamente, prima di decidere di ricorrere a una porta scorrevole interna conviene accertarsi che non vi siano canne fumarie o tubazioni all’interno della parete che dovrà inglobare la porta stessa.

Le porte scorrevoli esterne

Qualora vi sia un ostacolo interno di questo tipo, tuttavia, non è detto che si debba rinunciare all’impiego di una porta scorrevole: più semplicemente si può ricorrere a un modello esterno, che ha il vantaggio di non richiedere interventi murari. In questo caso ci sono delle guide di scorrimento o dei binari telescopici lungo i quali la porta scorre, in parallelo a un pannello, che può essere in vetro o in altri materiali, o al muro. Il valore decorativo e la resa estetica di una porta scorrevole esterna meritano di essere presi in considerazione con la massima attenzione, dal momento che un lato della porta rimane visibile lungo la parete.

Una soluzione alternativa: le porte rototraslanti

Infine, l’ultima soluzione a cui si può fare riferimento, specialmente quando si hanno problemi di spazio che devono essere risolti, è rappresentata dalle porte rototraslanti, che consentono di ridurre l’ingombro più o meno della metà. Tutto dipende da un meccanismo alquanto innovativo in virtù del quale il perno di rotazione della porta viene spostato, così che l’anta possa essere aperta in tutti e due i sensi, garantendo una diminuzione del raggio di apertura. Il meccanismo rototraslante è ospitato al binario superiore, ed è grazie ad esso che la porta risulta girevole.

About Elena Redazione BlogNews24

Check Also

Bonus Verde: l’occasione per un restyling al proprio giardino

L’anno attualmente in corso può essere senz’altro il periodo ideale per riqualificare il proprio giardino: …

Vacanze 2020, è boom per le piscine private

Sta arrivando la prima estate al tempo del Coronavirus e ci sono già vari segnali …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *