fbpx
Home / Casa e Fai da Te / Come scegliere un tavolo allungabile senza sbagliare

Come scegliere un tavolo allungabile senza sbagliare

Rettangolare, quadrato o rotondo? Sono tante le forme che può assumere un tavolino allungabile, vista anche la varietà di opzioni a disposizione sul mercato. Come si fa, allora, ad essere certi di trovare il modello giusto? Nelle prossime righe scopriremo tutti gli accorgimenti da adottare a questo scopo, anche con l’aiuto di Smart Arredo Design.

Smart Arredo Design è un e-commerce che si occupa della vendita di arredi trasformabili e convertibili pensati apposta per gli appartamenti di piccole dimensioni. Per ogni prodotto, la garanzia sui difetti è di due anni; in più, è prevista una garanzia sul trasporto. La procedura di reso è a titolo gratuito: non ci sono spese di spedizione e si può ottenere il rimborso della cifra intera. Entra nel sito per visionare la selezione di tavoli e di complementi d’arredo disponibili.

Quando c’è bisogno di un tavolo allungabile

In genere, è convinzione comune che un tavolo allungabile debba essere aperto solo in rare occasioni, e cioè quando ci sono tante persone invitate a casa, a pranzo o a cena. A ben vedere, però, vale la pena di allungare il tavolo più di frequente. Insomma, avere a disposizione un arredo di questo tipo, in cucina o in soggiorno, non è altro che una piacevole scusa per invitare più spesso gli amici e i parenti. Perché non approfittarne?

Qual è la forma migliore

Resta da capire, però, se sia più vantaggioso optare per un tavolo allungabile di forma quadrata o non convenga, invece, privilegiare un modello rotondo. Per arrivare a una decisione oculata è necessario tenere conto, oltre che dei gusti personali, delle dimensioni del locale in cui il tavolo andrà collocato. Un tavolo quadrato – che diventa rettangolare dopo che è stato allungato – e uno rettangolare finiscono per far sembrare più sottile lo spazio, concentrando lo sguardo nella direzione della lunghezza. Al contrario un tavolo rotondo – che diventa ovale dopo che è stato allungato – e uno ovale si caratterizzano per una maggiore ampiezza, e proprio per questo motivo richiedono un soggiorno o una cucina più larghi. Il vantaggio più evidente è che i commensali non stanno mai stretti e non sono obbligati a stare a contatto l’uno con l’altro. In più, non c’è nessuno che deve stare a capotavola: così si possono evitare imbarazzi o discussioni generate da questa situazione.

Le dimensioni

Il tavolo necessita di una profondità di 60 centimetri per le sedie collocate su tutti i lati, mentre altri 60 centimetri occorrono per passare dietro le sedie (di conseguenza non è detto che servano per tutti i lati). Questo vuol dire che almeno intorno a due lati c’è bisogno di uno spazio di 1 metro e 20 centimetri, mentre per gli altri due occorrono 60 centimetri. Ecco perché un tavolo allungabile è la soluzione migliore nel caso in cui vi siano problemi di spazio. Nel caso in cui debbano essere utilizzati nella loro estensione massima, però, è bene accertarsi che siano rispettate le misure minime appena viste.

Altri consigli

Come si può intuire, non è così semplice riuscire a trovare il tavolo più adatto per la zona living, e l’ideale e prendere le misure dello spazio su cui si può contare. Se si è in procinto di comprare un tavolo allungabile nuovo per sostituire uno vecchio, è meglio non lasciarsi influenzare dalle dimensioni di quello che deve essere rimpiazzato. Insomma, là dove prima c’era un tavolo quadrato si può mettere senza problemi un tavolo rotondo, e viceversa.

Lo stile della casa

Uno dei pregi dei tavoli allungabili va individuato nella versatilità. Essi, infatti, hanno caratteristiche tali da renderli in grado di poter essere inseriti in qualunque ambiente, in modo da diventare protagonisti del locale in cui vengono collocati. A seconda delle necessità del momento, la capacità di accoglienza e le dimensioni possono essere adattate con facilità e senza che sia necessario perdere troppo tempo. Non sono certo pochi i modelli di tavoli allungabili che si possono trovare in vendita: c’è chi preferisce le soluzioni vintage e chi, invece, opta per quelli di design. Come dire, a ognuno il suo, per una varietà di stili che spazia dal contemporaneo al country chic, passando per l’urban e il nordico.

About Elena Redazione BlogNews24

Check Also

Conviene vendere casa da privato

Vendere casa da privato vuol dire fare a meno dei servizi professionali di un agente …

Shabby Chic: scopriamo lo stile che ha spopolato negli ultimi anni

Il cosiddetto Shabby Chic è uno stile che, negli ultimi anni, ha letteralmente spopolato: gettonatissimo …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *