fbpx
giovedì , gennaio 23 2020
Home / Notizie / Attualità / Moda: i principali trend che hanno segnato il 2019 e le previsioni per il 2020

Moda: i principali trend che hanno segnato il 2019 e le previsioni per il 2020

Moda: i principali trend che hanno segnato il 2019 e le previsioni per il 2020

I fashion trend del 2019

Il 2019 è stato un anno importate per il comparto della moda, che è stato segnato da temi come la sostenibilità ambientale e l’inclusività. In realtà si è trattato di due veri e propri movimenti che hanno condizionato sia gli acquisti che gli orientamenti dei consumatori, anche nel settore della moda. Stando ai dati raccolti sugli acquisti online, le ricerche legate ad argomenti inerenti i temi della sostenibilità sono cresciute del 75% nell’ultimo anno. E sono aumentate notevolmente anche le ricerche relative ai materiali eco-sostenibili. Lo stesso fenomeno si è verificato per i temi riguardanti l’inclusione, visto che crescono i consumatori che hanno orientato le ricerche verso prodotti unisex . Non solo, perché le tendenze di quest’anno hanno premiato anche una linea d’abbigliamento romantica, contraddistinta da perle, pietre, tulle e babydoll. Molto bene anche la tendenza Cult Girl di provenienza rurale statunitense. Poi si è assistito anche a una rinascita degli anni ’90 con le Baguette, i Crop Top e i tacchi squadrati. Infine, è stato molto seguito anche il trend sartoriale con i completi col pantaloncino e i colori sgargianti della moda psichedelica.

 

 

I brand di successo dell’anno

Tra i marchi made in Italy di successo, che hanno assistito a una crescita costante nel corso dell’anno, c’è ad esempio il marchio Fila, con le iconiche sneakers che sono state uno dei capi più ambiti nel 2019, insieme alle felpe contraddistinte dal logo Fila. Una ripresa che vede questo marchio sportivo italiano tornare in cima alle classifiche come non si registrava dagli anni ’90, sfruttando proprio l’archivio glorioso di quegli anni. Ma Fila è in ottima compagnia, basti pensare a Bottega Veneta, ad esempio, che ha scalato 21 posizioni sul Lyst Index del terzo trimestre e si è piazzata tra i 20 brand più gettonati. Tra i marchi di rilievo internazionale troviamo Pyer Moss con un aumento di ricerche del 226% e Paco Rabanne con la rivisitazione dei design metallici del 1969. E scalano le classifiche anche brand come Molly Goddard, Richard Quinn, Saks Potts, Telfar e Jacquemus con le sue Chiquito Bag.

Le previsioni sulle tendenze del 2020

E intanto è già partito il toto-moda 2020 con una serie di previsioni davvero inaspettate. La prima spinta sembra darla la notizia delle quattro missioni su Marte, gestite da un equipaggio interamente umano, sullo SpaceX, che sta ispirando una moda intergalattica. E non solo, perché le Olimpiadi di Tokyo daranno visibilità alla moda che sta avendo successo in Giappone, come lo stile da strada di Harajuku, insieme ai brand di culto contemporanei come Visvim, Undercover, Sacai e Neighborhood. Tra le previsioni c’è anche il ritorno delle borse extra-large in pelle, come quelle di Little Liffner e The Row. E, infine, sembra che anche i politici e i loro look stravaganti finiranno con l’indirizzare la moda 2020. Ad esempio le cravatte del democratico Tom Steyer, candidato in corsa per le Elezioni Presidenziali degli Stati Uniti, sono già state oggetto di numerosi tweet e moltissime ricerche da parte degli americani. Un evento che potrebbe, proprio in periodo di elezioni, rivelarsi determinante anche per la moda 2020.

D’altra parte si sa che nel mondo del fashion le soprese non mancano mai, quindi non resta che avere un po’ di pazienza e aspettare di vedere cosa succederà nei prossimi 12 mesi.

 

 

Se vuoi rimanere aggiornato sulle nuove notizie di Blognews24.com ricordati di seguirci sulle nostre pagine social: Facebook , Google+, Twitter, Instagram

 

 

Check Also

Viaggio nel mondo delle aste online: cosa sapere su questi siti web

Che cosa sono le aste online? Tantissime persone si stanno ponendo questa domanda, imbattendosi sempre …

Come avviare un’attività di e-commerce in maniera autonoma

Sono anni, ormai, che l’e-commerce (ossia la vendita di prodotti commerciali tramite internet) si è …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *