giovedì , aprile 18 2019
Home / Notizie / Cronaca / Si toglie la vita dopo aver strangolato la sua ex compagna!
Uomo si uccide dopo aver strangolato l'ex compagna

Si toglie la vita dopo aver strangolato la sua ex compagna!

TRAGEDIA A PARMA. UN UOMO STRANGOLA LA EX COMPAGNA E POI SI UCCIDE

Tragedia giovedì sera nel quartiere si San Lazzaro a Parma, dove un uomo un 51enne Paolo Cocconi, ha uccico la donna Arianna Rivara di 44 anni, con cui aveva avuto una lunga relazione, togliendosi la vita subito dopo.

 

Dalle prime ricostruzioni, i vicini la sera del giovedì verso le ore 23, avrebbero sentite dei rumori con un urlo secco, ma subito dopo tutto finito, una cosa strana che a fatto si che qualcuno abbia avuto l’idea che qualcosa era accaduto e chiamato subito i carabinieri. Una ricerca immediata iniziata suonando a tutti i citofoni per chiedere a tutti se stavano bene, poi qualcuno non ha risposto, era l’appartamento di Paolo Cocconi. Chiamati immediatamente i Vigili del fuoco, che entrano nell’appartamento dal balcone, dove vengono trovati per terra privi di vita. I carabinieri avrebbero trovato dentro casa una scatoletta con un anello, sicuramente l’uomo aveva cercato di riallacciare i rapporti interrotti quest’estate, è qualcosa sarà andato storto per arrivare al compimento del gesto.

Dalle prime ipotesi, la donna sarebbe stata strangolata e l’uomo si sarebbe suicidato tramite un mix di farmaci.

Solo sue mesi fa, Arianna Rivara, aveva fatto un post su Facebook: “No alla violenza sulle donne”.

 

Se vuoi rimanere aggiornato sulle nuove notizie di Blognews24.com ricordati di seguirci sulle nostre pagine social: Facebook , Google+, Twitter

Check Also

TFR dei Dipendenti Pubblici

TFR dei Dipendenti Pubblici: Quali sono le tempistiche di liquidazione?

Cos’è il TFR dei Dipendenti Pubblici?  Il Trattamento di Fine Rapporto (TFR) è una somma di denarocorrisposta al …

Furti domestici: l’Italia è realmente poco sicura?

Recenti episodi di cronaca hanno accentuato, in molti cittadini italiani, il timore di subire dei …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Translate »