fbpx
cantina de vini

Cantina dei vini a casa: consigli e dritte per gestirla al meglio

Il sogno di tutti gli appassionati di vini è sicuramente avere una cantina a casa dove tenere tutte le bottiglie di pregio e conservarle al meglio. Ma avere una cantina non serve a niente se poi non si è in grado di gestirla come si conviene: ecco alcuni consigli utili in tal senso.


Cosa non deve mancare in una cantina dei vini



Ci sono diversi vini che non possono mancare nella propria cantina, sia tra i bianchi che tra i rossi. Tra i migliori vini rossi che devono essere sempre presenti ce ne sono almeno tre di zone d’Italia diverse. Parliamo del Chianti Classico, ovviamente con denominazione DOCG (denominazione di origine controllata e garantita), uno dei vini più famosi d’Italia proveniente dalla regione Toscana, proprio dai vigneti del territorio chiamato appunto Chianti. Poi c’è il Lambrusco, un vino frizzante rosso amabile, prodotto con uve provenienti dall’Emilia Romagna, solitamente con denominazione IGT, che indica vini prodotti in aree geografiche tipiche. Un’etichetta di valore è quella dell’Amarone della Valpolicella, un vino rosso passito secco prodotto esclusivamente nella provincia di Verona.

Tra i vini bianchi invece le scelte che non devono mancare sono il Franciacorta, un vino con bollicine la cui produzione è consentita nell’omonimo territorio a Brescia, e il Grillo bianco DOC, un vino siciliano saporito e ben strutturato, prodotto da un particolare vitigno d’uva bianca da mosto principalmente diffuso in Sicilia. Dal Trentino Alto Adige arriva un’altra ottima etichetta, il Kerner Tre Cime IGT, dal profumo floreale e un gusto piacevole e fresco, caratteristiche che lo rendono un grande classico nelle cantine di vini.


Questi sono solo alcuni suggerimenti, ma la scelta finale dipende ovviamente perlopiù dai gusti personali. Le etichette presenti in commercio sono davvero tantissime, come si evince dai vini online e dalle offerte sull’e-commerce di EasyCoop ad esempio. Puntare sulle bottiglie in offerta è un ottimo modo per risparmiare denaro assicurandosi al contempo delle ottime etichette da servire agli ospiti.


Le regole per la corretta conservazione delle bottiglie



Ma come conservare le bottiglie di vino nel modo corretto nella propria cantina? Quasi tutti sanno che le bottiglie di vino vanno mantenute sdraiate e non in piedi, in questo modo il tappo rimane perennemente umido e aderisce al vetro così da non far passare aria nel vino. Non bisogna mai mettere le bottiglie di vino nella stessa cantina dove si tengono prodotti alimentari troppo odorosi, poiché il vino assorbe tutti gli aromi e potrebbe cambiare il suo gusto originario. Il troppo caldo e il troppo freddo può deteriorare l’aroma dei vini, perciò in cantina meglio mettere i vini più delicati, spumanti e bianchi nella parte bassa, con i vini rossi in alto visto che sono più resistenti al calore. Infine è preferibile raffreddare i vini bianchi qualche ora prima di servirli e non lasciarli sempre in frigorifero per preservarli al meglio.

About Omar Alosi

Diplomato in elettronica ma amante del Web Designer, della grafica animata e della tecnologia. Collabora come autore con Blognews24 e con HDworld. Malato di sport e fitness che svolge nel tempo libero.

Check Also

Europei 2021: secondo i bookmakers, se li aggiudicherà l’Inghilterra

L’inizio del Campionato Europeo di calcio è ormai vicino, e c’è davvero molta attesa per …

gestione magazzino

Il grande sviluppo dell’online e il suo effetto sulle attività di magazzino

L’e-commerce nasce più di 25 anni fa e le aziende che allora cominciarono a utilizzare …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *