fbpx
sabato , Settembre 18 2021
idropulitrice

Idropulitrici ad acqua calda professionali: risultati migliori senza maggior pressione

La scelta di un’idropulitrice, come per qualsiasi macchina, è legata allo scopo per cui viene utilizzata, ma anche al modo con cui è in grado di svolgere il suo lavoro.

Comprendere questi due fattori è molto utile per fare il giusto acquisto, proprio come accade quando devi scegliere un’auto e preferisci la velocità orientandoti verso un modello sportivo, oppure il comfort e la capacità di carico optando per un SUV o una station wagon.

A grandi linee possiamo dunque dire che la differenza più grande tra un’idropulitrice a caldo professionale e una che funziona con quella fredda è legata a due fattori, ossia lo sporco da rimuovere e la velocità con cui agire. In tal senso la scelta migliore è sicuramente quella di optare per la prima, che ti offre anche una serie di vantaggi che vale la pena scoprire insieme.

I vantaggi di un’idropulitrice ad acqua calda professionale

L’idropulitrice ad acqua calda professionale ha soprattutto il grande vantaggio di poter sgrassare in modo efficace e veloce, e pulire perfettamente e in breve tempo qualsiasi tipo di superficie.

Inoltre, un apparecchio del genere è l’ideale per la rimozione di sporco oleoso o aderente nel più breve tempo possibile. A seconda del tipo, l’acqua calda può essere fino al 50% più efficiente di quella fredda e ha un tempo di asciugatura più breve.

Un ulteriore vantaggio di un’idropulitrice ad acqua calda rispetto a una versione ad acqua fredda o ad un modello standard, è legato al fatto che vi è una riduzione dei prodotti chimici utilizzati che, di conseguenza, abbassano i costi di pulizia. Queste macchine, infatti, vengono utilizzate in una varietà di settori come l’agricoltura e l’edilizia, ma oggi, per le loro ridotte dimensioni, la facilità di trasporto e per la grande efficienza, sono molto apprezzate anche in ambito domestico.

In ogni caso per ottenere i migliori risultati, in primo luogo bisogna allentare lo sporco con semplice acqua ad alta pressione utilizzando un getto medio.

Successivamente, va aggiunto il detersivo usando magari per l’occasione un ugello più ampio, e lasciando agire il detersivo alcuni minuti affinché svolga un’efficace azione emolliente. Per terminare con successo l’operazione di pulizia, non ti resta che riposizionare l’ugello a getto medio e provvedere ad un primo risciacquo.

Per lo sporco particolarmente ostinato, a quest’ultimo ne puoi far seguire un altro con dell’acqua ancora più calda, senza dimenticarti alla fine di asciugare la superficie con un panno pulito per evitare che possa generare degli antiestetici aloni di calcare.

Come funziona un’idropulitrice ad acqua calda professionale

Il principio di un’idropulitrice professionale si basa sul fatto che l’acqua, una volta diventata calda, entra nell’unità di pressione da dove viene poi pompata attraverso un tubo flessibile corredato all’estremità di un ugello intercambiabile. Inoltre, devi sapere che le idropulitrici ad acqua calda professionale in genere la riscaldano fino a 80°C o più, rilasciando anche del vapore ossia una funzione aggiuntiva ideale come mezzo per una pulizia extra e per rimuovere lo sporco più ostinato.

Il vapore saturo, una volta generato, riduce di conseguenza la portata dell’acqua, permettendo al riscaldatore di innalzarne la temperatura oltre i 100°C, ed aumentando in tal modo l’efficacia dell’apparecchio nei confronti di alcuni tipi di sporco.

Se ciò non bastasse a mettere in evidenza questa funzione aggiuntiva di cui un’idropulitrice ad acqua calda professionale è dotata, va aggiunto che l’apparecchio è in grado di svolgere anche un eccellente azione igienizzante e, soprattutto, garantire i risultati migliori senza maggior pressione.

In riferimento a quest’ultima, devi sapere che l’acqua che fuoriesce dalla rete idrica della tua casa in genere ne ha una piuttosto bassa stimabile intorno 2 bar. Con un’idropulitrice professionale, invece, hai la possibilità di regolare la pressione a seconda delle tue esigenze fino a 200 bar, ideale quest’ultima per pulire superfici in cui lo sporco si presenta particolarmente ostinato.

About Omar Alosi

Diplomato in elettronica ma amante del Web Designer, della grafica animata e della tecnologia. Collabora come autore con Blognews24 e con HDworld. Malato di sport e fitness che svolge nel tempo libero.

Check Also

led spotlights

Faretti Led: la soluzione ideale per le piccole stanze

Far apparire una stanza più grande di quello che è effettivamente è un’esigenza molto sentita, …

Mobili e mobiletti da giardino: come sfruttarli appieno

Le aziende che offrono mobili e mobiletti da giardino propongono regolarmente diversi modelli, tipologie e …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *